RICERCA SDOP

Si è conclusa l’attività di ricerca e dati empirici dei nuotatori agonistici adolescenti italiani, sviluppato all’interno del progetto SDOP-“Stop Doping Swim Fair”, progetto finanziato dalla UE programma Erasmus+ Sport, in relazione ai processi psicologici che possono portare i giovani nuotatori tra i 12 e 16 anni all’uso del doping. Obiettivo importante è la realizzazione di programmi formativi impostati allo scopo di prevenire e contrastare il fenomeno dell’uso di sostanze dopanti e i comportamenti connessi. In Italia il partner italiano è la Otrè Triathlon Team di Noci con i ricercatori Nicola Intini e Linda Cavallo coadiuvati dal Project Manager Spartaco Grieco; in questa fase il Team Otrè ha somministrato i questionari attraverso la larga partecipazione di giovani atleti italiani, mostrando i seguenti risultati:
– 86,5% maschi e 13,5% femmine nati tra il 2004 e il 2008 si allena giornalmente in piscina con il 94,6% per 1-2 ore; – il 24,3% fa uso di alcool e il 13,5% di tabacco e altre particolari sostanze.
I risultati statistici di tutti i partner europei sono stati raccolti e analizzati dall’ università spagnola Fundación Elisabetta I di Burgos (ESP) i quali verranno utilizzati per il completamento dei contenuti all’interno della piattaforma di E-Learning sviluppata dalla stessa Università per gli stakeholders coinvolti.

TRIATHLON MEDIO E SPRINT AL BORGO EGNAZIA TRI: TITOLO REGIONALE ALLA O3TT

Nell’incantevole paesaggio pugliese di Savelletri, è andato in scena sabato 12 settembre il Borgo Egnazia Tri, la gara su distanza 70.3 che assegnava il titolo nazionale di triathlon medio e domenica 12, il triathlon sprint. 

Triplicati gli iscritti rispetto la prima edizione del 2019, importante conferma per l’organizzazione del Borgo Egnazia Tri, divenuto un appuntamento imperdibile per gli amanti del triathlon, tra i panorami mozzafiato della Puglia e percorsi affascinanti riscaldati dal sole del Sud.

676 atleti presenti ai nastri di partenza ai campionati italiani di triathlon medio (1,9 km a nuoto+90 km bicicletta+21 km di corsa) che hanno seguito diligentemente i protocolli previsti dalla Federazione per le gare in tempo di Covid. La sfida per il tricolore ha portato sul grandino più alto del podio il favorito numero uno della competizione Giulio Molinari, portacolori del CS Carabineri; il podio dei campionati italiani è stato completato da Matteo Fontana seguito da Alessandro Degasperi. Per le donne vince Marta Bernardi (TRI Evolution, già campionessa italiana della distanza nel 2017), seguita da Sharon Spimi (The Hurricane, vincitrice dell’ultima edizione del Cala Ponte Triweek) e Margie Santimaria (PPRTeam).

La gara assegnava anche i titoli regionali di società (somma dei migliori tre tempi) ed individuali di categoria: grande affermazione della Otrè Triathlon Team che conquista il titolo di società maschile (Esposito, Pascale, Scattarelli) e due titoli individuali con Tony Esposito (cat. S3 in 4 ore e 37 minuti) e Vitantonio Pascale (cat. S4, 4 ore e 39 minuti).

Al Triathlon medio hanno partecipato per i nocesi anche Antonio Colucci, Michele Insalata, Michele Lopetuso, Nicola Marzullo, Pierfranco Semeraro, e i neofiti Giuseppe Mucavero e Andrea Volpe.

Molto più numerosa la presenza nocese alla gara sprint del giorno successivo. Con condizioni meteo quasi perfette e su un percorso privo di particolari difficoltà altimetriche ha trionfato Andrea Secchiero (G.S. FF. OO.) in un’ora esatta e, per le donne, Bianca Seregni (DDS) in un’ora e 6 minuti. Conclude ottimo quinto assoluto, a due minuti dal vincitore, il portacolori della O3TT, Marcello Roncone (primo della cat. S3), seguito a trenta secondi, settimo assoluto, dal giovane talentuoso Federico Di Pietro (secondo della cat. S1). Per le donne podio anche per Chiara Torelli (seconda M2) e Rosa Lombardi (terza M3).

Ufficio Stampa Otrè Triathlon Team

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: